GermBox per Peperoncini – Parte III

Peperoncino in crescitaBene, ora che abbiamo costruito la nostra GrowBox, dobbiamo capire come far germinare i semi nel modo più rapido e con la maggior percentuale di germinazione possibile. Per aumentare la possibilità di germinazione andremo a mettere in bagno di camomilla i semi, per poi posizionarli nella GermBox che andremo ad analizzare in questo articolo. E’ comunque possibile procedere alla semina direttamente nei bicchierini da caffè forati sul fondo, ma in questo caso cerchiamo un sistema per ottimizzare tempi e spazi. GrowBox e GermBox ci aiuteranno a partire con la coltivazione!

Bagno in camomilla

Prima di tutto, è necessario preparare un infuso di camomilla (una bustina per bicchiere è la dose consigliata) e lasciarla freddare. Questo infuso ha la proprietà di disinfettare il seme e pulirlo da eventuali spore di muffa che potrebbero danneggiare tutto il contenuto della GermBox. Il mio consiglio è di lasciare i semi in ammollo circa 24 ore, per permettere al tegumento di ammorbidirsi.

Semi a bagno di camomilla in bicchieri da caffè
Semi a bagno di camomilla in bicchieri da caffè

Problematiche

Oltre a questo lasciare i semi a bagno è utile anche per ammorbidire il tegumento, diminuendo sia lo sforzo necessario alla radichetta per uscire che lo sforzo necessario ai cotiledoni per liberarsi del tegumento una volta creato l’archetto. Molto spesso, soprattutto utilizzando il metodo scottex per la germinazione, i cotiledoni restano appunto bloccati all’interno del seme. Questo perchè, in natura, il seme si posiziona a testa in giu, creando una U rovesciata con la radichetta, che, crescendo, spinge verso l’alto il seme che grazie all’attrito con il terreno libera i cotiledoni. Questa fase si chiama “archetto”. Con il metodo scottex questo non avviene, quindi spesso è necessario liberare la piantina dal seme.

 

GermBox

GermBox ottenuta con portaminuterie e scottex
GermBox ottenuta con portaminuterie e scottex

Il modo più semplice per realizzare una GermBox è sicuramente l’utilizzo di una cassetta porta minuterie reperibile in qualsiasi brico o nei supermercati più forniti. Si procede poi ritagliando diversi strati di scottex (è sconsigliato l’utilizzo dei rotoli industriali, molto meglio la carta da cucina). Con una otto o dieci strati per cella dovremmo avere la capacità di assorbire l’umidità necessaria, ma andrà valutato in base alla carta da cucina utilizzata. Consiglio anche di praticare alcuni forellini sul coperchio per permettere un minimo di ricircolo dell’aria. Se non si vuole forare la scatola è necessario aprirla una volta al giorno per cambiare l’aria all’interno.

Semi posizionati nella GermBox e nomi riportati su un foglio di carta
Semi posizionati nella GermBox e nomi riportati su un foglio di carta

Per non perdere la tracciabilità del seme, e quindi della pianta che vogliamo far crescere, consiglio di disegnare le celle della GermBox su un foglio di carta, e scrivere le varietà seminate.

Germinazione

Ora che abbiamo la nostra GermBox pronta, con i semi preparati all’interno, dobbiamo trovare un posto per tenerla alla corretta temperatura. Possiamo utilizzare la nostra GrowBox, impostando una temperatura interna di 28°C oppure possiamo “recuperare” l’energia di router, decoder o altri dispositivi elettronici che producono calore in standby. Andremo ad utilizzare 4 tappi di bottiglia in plastica come spessori per non intasare la griglia di sfogo del decoder, e quindi sopra ci posizioneremo la nostra GermBox. La temperatura sarà costante ed ottimale per la germinazione.

Durante queste fasi è necessario che l’umidità sia costante tanto quanto la temperatura. Con l’aiuto di un contagocce o una piccola siringa senza ago, dobbiamo andare ad inumidire gli scottex. Non lasciamo ristagni d’acqua perchè farebbero marcire i semi, ma fermiamoci quando gli scottex sono umidi. Eventuali ristagni d’acqua li andremo a togliere con la siringa.

Semi di peperoncino con radichetta
Semi di peperoncino con radichetta

Risultati

Abbiamo visto come creare una piccola GermBox per aumentare la percentuale di germinazione dei semi di peperoncino, come pretrattare i semi per ammorbidire il tegumento e disinfettarli da eventuali muffe, e come muoversi durante le fasi pre-germinazione. Ora, non ci resta che attendere la germinazione dei nostri semi!

Se hai bisogno di ulteriori informazioni, non esitare a contattarmi, sia tramite commenti che con il modulo di contatto. Cercherò di rispondere il più presto possibile!

Alla prossima!

Spread the love
  • 5
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.