Gestione DNS su Shared Hosting Aruba

Ciao a tutti! Dopo un periodo di <vacanza> torno con questo piccolo articolo grazie al quale vedremo come abilitare la gestione DNS su shared hosting Aruba. Questo ci permette quindi di utilizzare CDN, Cloudflare, o altri servizi come ad esempio le mail del nostro dominio con il CRM vTiger.

Gestione DNS su Shared Hosting Aruba

In questo articolo non andremo a modificare l’indirizzo del server DNS a cui chiederemo l’indirizzo IP collegato ad un dominio (ad esempio cliccando qui chiederemo al server DNS di darci l’indirizzo IP della macchina su cui è ospitato il mio sito), ma potremo modificare il comportamento di questa azione.

Il primo passo per abilitare la gestione DNS su Shared Hosting Aruba è effettuare il login al servizio clienti Aruba con le corrette credenziali ed accedere al Pannello di Controllo relativo al dominio di nostro interesse:

accesso al servizio clienti aruba

Una volta entrati nel Pannello di controllo dovremo espandere la sezione Utility Dominio dal menu di sinistra:

utility dominio del pannello di controllo aruba

In questa sezione non dobbiamo fare altro che attivare, tramite l’apposito bottone ATTIVA, la funzione Gestione DNS e Name Server.

Una piccola finestra popup ci chiederà se vogliamo procedere con l’attivazione della Gestione DNS su Shared Hosting Aruba. Facciamo click su Conferma per procedere ed attivare la funzione.

attivazione Gestione DNS su Shared Hosting Aruba

Conclusioni

Ora che abbiamo attivato questa funzione, possiamo procedere con la configurazione di una Content Delivery Network (in sigla, CDN) per aumentare di molto la velocità e l’uptime del nostro sito web, personale o aziendale.

A presto!

 

 

Smontare la partizione OEM di Windows 10

Ciao a tutti! Uno degli aggiornamenti recenti del sistema operativo Microsoft Windows 10 si è preso la briga di montare automaticamente la partizione OEM del disco rigido del mio portatile. Poco dopo è successo anche al PC che utilizzo in ufficio, mentre sul desktop che ho a casa, assemblato da me, non è accaduto nulla. Non ne sono sicuro ma potrebbe essere causato dalla partizione OEM installata dal produttore per il ripristino e non dall’installazione di Windows 10. La release di Windows 10 che causa questo incoveniente dovrebbe essere la 1803. Vedremo, in questo breve articolo, come smontare la partizione OEM di Windows 10. Questa procedura, in ogni caso, è utilizzabile per smontare tutte le partizioni quindi prestiamo molta attenzione quando la eseguiamo sul nostro computer.

Leggi tutto “Smontare la partizione OEM di Windows 10”