Inviare email in caso di movimento con motionEye

Ciao a tutti! Dopo aver visto come installare motionEye su Raspberry Pi e come configurare una telecamera D-Link, andremo a a vedere come inviare email in caso di movimento con motionEye, appunto.

Panoramica

motionEye è, a detta dell’autore, un frontend per motion, ovvero un demone altamente configurabile per il monitoraggio di molti tipi di segnali video.

Abbiamo visto nello scorso articolo le funzioni principali, e qui ci concentreremo quindi sulla funzione che ci permette di inviare email in caso di movimento con motionEye.

motion, in ogni caso, è disponibile a questo link.

Inviare email in caso di movimento con motionEye

Per inviare email in caso di movimento con motionEye dobbiamo prima di tutto aprire la pagina web del nostro dispositivo, su cui abbiamo installato motionEye. Effettuiamo il login con le credenziali impostate durante l’installazione e facciamo click sull’hamburger in alto a sinistra.

Inviare email in caso di movimento con motionEyeScorriamo verso il basso per arrivare alle due sezioni che ci interessano: Motion Notifications e Motion Detection.

 

motionEye - Motion NotificationsNella sezione Motion Notifications è possibile selezionare l’evento che vogliamo scatenare in caso di movimento. Oltre all’invio di una email è possibile richiamare un Web Hook o eseguire un comando.

Nel nostro caso andremo ad abilitare Send An Email per poter configurare il destinatario ed i parametri del server SMTP.

motionEye - Motion DetectionNella sezione Motion Detection, invece, è possibile impostare i parametri riguardanti il Motion Detection, come:

 

 

  • Frame Change Threshold, ovvero la soglia sotto la quale il sistema ignorerà cambiamenti
  • Auto Noise Detection
  • Light Switch Detection
  • Minimum Motion Frames (secondo me molto importante per evitare falsi positivi)
  • Mask
  • Debug

Nella schermata di esempio possiamo vedere un settaggio base che ho utilizzato per un piccolo test del sistema che sto mettendo in piedi.

Conclusioni

Bene, ora abbiamo abilitato la funzione che ci permette di inviare email in caso di movimento con motionEye. Sfruttando la nostra rete LAN possiamo installare molte più telecamere e personalizzare le notifiche in caso di movimento per la singola unità!

A presto!

Installazione di motionEye su Raspberry Pi

Ciao a tutti! Oggi andremo ad effettuare l’installazione di motionEye su Raspberry Pi. Prima di tutto, però, andremo a scoprire cos’è.

Panoramica

motionEye è, a detta dell’autore, un frontend per motion, ovvero un demone altamente configurabile per il monitoraggio di molti tipi di segnali video.

motion ci permette di:

  • Creare video o salvare immagini dei movimenti
  • Ottenere lo stream dalle telecamere
  • Invocare script quando viene rilevato del movimento
  • Effettuare il log dei movimenti in diversi tipi di database
  • Effettuare mascherature per privacy e rilevamento di movimento altamente personalizzate

Ed inoltre è compatibile con moltissimi device, tra cui:

  • Webcam V4l2
  • Schede di cattura video
  • Telecamere IP con HTTP, RTSP e RTMP
  • File statici tramite V4l2 loopback
  • Pi camera

motion è disponibile a questo link.

motionEye, quindi, ci offre un sistema per utilizzare motion in maniera molto più semplice ed immediata, tramite accesso ad un server web.

Installazione di motionEye

Prima di tutto abbiamo bisogno di scaricare l’immagine per Raspberry Pi (disponibile in varie versioni) da questo sito. Procediamo alla copia su microSD come abbiamo visto per Raspbian Stretch nell’articolo dedicato, quindi utilizzando Win32DiskImager.

Una volta terminata la copia dell’immagine di motionEyeOS sul nostro supporto, inseriamolo nell’alloggiamento su Raspberry Pi e colleghiamo cavo ethernet (è possibile utilizzare il WiFi modificando il file wpa_supplicant.conf) e alimentazione.

Attendiamo qualche minuto senza riavviare o spegnere Raspberry Pi, e accediamo al webserver creato da motionEye. Se non abbiamo impostato un indirizzo IP statico possiamo utilizzare nmap, ZenMap o l’applicazione Fing.

Inseriamo come nome utente admin e lasciamo vuoto il campo della password per accedere alle pagine di configurazione e visualizzazione di motionEye.

Installazione di motionEye - Login

Configurazione di una telecamera D-Link

Per procedere alla configurazione dei una telecamera abbiamo bisogno del link al suo flusso video (o Jpeg). Io ho utilizzato questo sito, che offre i percorsi per moltissimi modelli di telecamere IP. Per la telecamera che sto configurando ora, la D-Link DCS- il link al Jpeg è:

Link al flusso della telecamera

Siamo quindi pronti per aggiungere la telecamere su motionEye: facciamo click sull’hamburger in alto a sinistra:

Installazione di motionEye - Settings

Nel menu a tendina appena comparso scegliamo Add Camera.

installazione di motionEye - add camera

In questa nuova finestra selezioniamo Network Camera nel campo Camera Type e inseriamo il link appena recuperato, inserendo l’indirizzo IP della telecamera.

installazione di motionEye - form network camera

Completiamo il form con Username, Passowrd e nome della telecamera e premiamo ok.

Per questo articolo abbiamo concluso, vedremo nelle prossime settimane come configurare ulteriori parametri!

Comunicazione Bluetooth Low Energy tra Raspberry Pi 3 e The Tactigon

Bluetooth Low Energy tra Raspberry Pi 3 e The TactigonCiao! Qualche settimana fa abbiamo visto come installare BlueZ e bluepy sul computer Raspberry Pi 3, ed usufruire quindi del Bluetooth Low Energy. Oggi andremo ad instaurare una comunicazione Bluetooth Low Energy tra Raspberry Pi 3 e The Tactigon tramite uno script Python.

Lo sketch che andremo a caricare sulla nostra scheda The Tactigon verificherà la sua inclinazione (questa volta semplicemente analizzando l’accelerazione) e, ad un cambio di stato, invierà il comando tramite la caratteristica Bluetooth Low Energy. Lo script Python in esecuzione su Rasbperry Pi 3 B, alla ricezione del messaggio, ne effettuerà il parse per poi eseguire un’azione, nel nostro caso il cambio di stato di 4 GPIO.

Leggi tutto “Comunicazione Bluetooth Low Energy tra Raspberry Pi 3 e The Tactigon”

Bluetooth Low Energy con Raspberry Pi 3 e Python

Bluetooth Low Energy con Raspberry Pi 3 e Python
Raspberry Pi 3 nel suo case originale

Nel precedente articolo abbiamo visto come installare il server di desktop remoto, utile nel caso in cui non avessomo possibilità di connettere tastiera, mouse e monitor al nostro Raspberry Pi. Abbiamo visto, inoltre, che il Raspberry Pi 3 è dotato di connettività Bluetooth Low Energy, oltre che di WiFi ed Ethernet. In questo articolo andremo ad installare il modulo BlueZ, attivare le funzioni sperimentali ed infine utilizzare la libreria Python Bluepy per connetterci al nostro dispositivo Bluetooth Low Energy.
Andiamo quindi ad utilizzare il Bluetooth Low Energy con Raspberry Pi 3 e Python. Leggi tutto “Bluetooth Low Energy con Raspberry Pi 3 e Python”

Desktop Remoto per Raspberry Pi

Raspberry Pi 3 nel suo case originaleCome abbiamo visto nei precenti articoli, Raspberry Pi 3 Model B è un single board computer che offre discrete prestazioni, dimensioni minime, connettività Bluetooth, WiFi ed Ethernet, un costo aggressivo e silenziosità. Non avendo necessità di parti in movimento come ventole e hard disk meccanici, ed un consumo massimo ridotto, si presta ad essere posizionato in qualsiasi luogo, inclusa la camera da letto, ed essere acceso 24/7 senza creare disturbo. Ricordiamo che il processore al suo interno è un Quad Core ARM Cortex A53 (ARMv8) funzionante ad un clock 1.2GHz, e dispone di 1 gigabyte di RAM a 900MHz, quasi il doppio rispetto al Raspberry Pi 2 Model B. Grazie al  SoC BCM2837, fabbricato con processo produttivo a 28nm, riesce a tenere a bada calore e, appunto, consumi. Perchè quindi non utilizzarlo in remoto, magari da cellulare o tablet, per effettuare operazioni quali download di file torrent o piccolo server file/web casalingo? E’ anche possibile installare EmonCMS per avere un Cloud per il monitoraggio di temperature o consumi/produzione di energia elettrica.

Dopo aver installato Raspbian in modalità headless, vediamo quindi come installare un server di Desktop Remoto per Raspberry Pi.

Leggi tutto “Desktop Remoto per Raspberry Pi”

Installazione Headless di Raspbian su Raspberry Pi

Installazione headless di raspbianCome abbiamo visto nel precente articolo, il single board computer Raspberry Pi 3 è dotato di connettività Ethernet (10/100 MBps) e WiFi (b/g/n), oltre che di interfaccia video (HDMI e composita) e 4 porte USB2. L’installazione del sistema operativo, normalmente, può essere effettuata con monitor, tastiera e mouse, come un normale pc. In questo articolo, invece, andremo ad effettuare l’installazione headless di Raspbian, ovvero senza utilizzare tastiera, mouse e monitor connessi direttamente al single board computer.

Questo sistema operativo, nello specifico Raspbian Stretch è stato rilasciato da Raspberry Pi Foundation il 29 Novembre 2017, al momento la versione più recente. Questo è il link alla pagina di download.

Leggi tutto “Installazione Headless di Raspbian su Raspberry Pi”

Scheda Tecnica di Raspberry Pi 3 Model B

Raspberry Pi 3 nel suo case originaleRaspberry Pi 3 Model B è un single board computer che offre discrete prestazioni, unite ad costo decisamente basso. Il processore al suo interno è un Quad Core ARM Cortex A53 (ARMv8). La frequenza di clock dei quattro core è 1.2GHz, mentre il gigabyte di RAM disponibile lavora 900MHz, quasi il doppio rispetto al Raspberry Pi 2 Model B. Merito del  SoC BCM2837, che grazie al processo produttivo a 28nm riesce a tenere a bada calore e consumi. Vediamo ora la scheda tecnica di Raspberry Pi 3.

Leggi tutto “Scheda Tecnica di Raspberry Pi 3 Model B”